Christian Schmitt

Oboe

Nasce nel 1965. Il suo cammino artistico  si sviluppa grazie ad un ininterrotto susseguirsi di scambi, scoperte, esperimenti, invenzioni e ricerca.

Consegue il “primo premio “ ( nella classe di Jean-Christophe Gayot )  e il “Diplome supérieur d´études musicales” al  Conservatoire Supérieur in Lyon . Successivamente si perfeziona pressola Hochschule  für Musik di Karlsruhe sotto la guida di Thomas Indermühle. Fondamentali per la sua formazione artistica anche gli impulsi ricevuti da Maurice Bourgue e Heinz Holliger.

I suoi primi incarichi furono nel 1986 presso l‘”Orchestre Symphonique de Bretagne” (Francia) e poi nel 1987 presso l’ “Opéra du Rhin” in Mulhouse (Francia).

Dal 1992 è primo oboe presso il “Symphonie Orchester” di Basilea. Nello stesso anno vince il primo premio della “Fördergemeinschaft der Europäischen Wirtschaft“ di Friburgo.

Viene regolarmente  invitato ad esibirsi come solista con orchestre quali l‘ Orchestre Symphonique dela Suisse Romande,la Tonhalledi Zurigo, l’ Orchestre National de France,la Südwestfunk OrchesterBaden-Baden, l’Orchestra Nazionale Russa; inoltre da molte orchestre da camera di Basilea e Zurigo, , Orchestre National e  l’ Opera di Lione. Ha suonato sotto la direzione di direttori quali Nello Santi, Armin Jordan, Marcello Viotti, Walter Weller e Heinz Holliger. Il suo repertorio abbraccia quindi la musica lirica, sinfonica e da camera.

In questo ambito è attivo come membro dello “Schweizer Bläserquintett”, col quale si esibisce presso numerosi festival  tra i quali Montreux, Gstaad, St. Moritz, Martigny-Champey, Prades, etc.

Insieme al pianista Josef Nykiel e in cooperazione con la “Radio Suisse-Allemande RDS II” ha inciso due cd: “die Französische Oboe” con diverse composizioni francesi del XX secolo e “un Tour d´Europe des Salons Musicaux” dedicato alle composizioni romantiche per oboe del XIX secolo.

Sempre attento a sviluppare il „nuovo“ nel suo strumento così come la creazione musicale attraverso la ricerca e la sperimentazione ha inaugurato nel 2005 “Dialogues”, lavoro del compositore Vincent Paulet commissionato per il “Festival des Forêts de Compiègne”.

Nel 2006 è stato dedicatario e  protagonista  della prima di “Spazio intermisso temporis” , commissione del INA-GRM al compositore italiano Jacopo Baboni Schilingi per oboe e live computer.

Altro lavoro a lui dedicato è “Shore”scritto dal compositore tedesco Hans Tutschku per il “Festival de Musique elektro-accoustique d´Arc et Senans” .
Christian Schmitt è regolarmente invitato a tenere attività didattica e masterclasses presso i “Conservatoires Nationaux Supérieurs”, in varie Hochschulen in Europa, così come da università degli Stati Uniti e del sud-est asiatico.

E‘ l’iniziatore della classe di perfezionamento professionale alla  “Ecole Nationale de Musique de Montbeliard”, che vede la presenza di giovani oboisti di tutte le nazionalità.
Dal 2008 è professore pressola Hochschule für Musik und darstellende Kunst di Stoccarda e recente è la sua nomina presso il Conservatoire de Strasbourg.

Christian Schmitt è regolarmente invitato a far parte delle giurie di concorsi internazionali, tra cui, nel 2007, il Concours International Gillet-Fox” di Ithacca –  New-York  e il prestigioso concorso dell’ ARD a Monaco di Baviera.

 

Work Categories