Stefano Micheletti

Pianoforte, musica da camera e seminario si Armando Trovajoli

E’ docente presso il Conservatorio di Musica S. Cecilia a Roma. La sua attività professionale ha inizio nel 1973, con vari concerti come solista e in formazioni cameristiche. Nel 1976 è stato premiato dall’ARAM (Associazione Romana Amici della Musica) come miglior diplomato del Conservatorio di Musica S. Cecilia dell’Anno Accademico 1974–75. Nel 1977, contemporaneamente all’attività concertistica e agli studi di Composizione, collabora con il soprano Adriana Martino alla realizzazione di uno spettacolo teatrale dedicato al Cabaret di F.Wedekind rappresentato nei più importanti teatri italiani.

A partire dal 1980 partecipa come solista a trasmissioni televisive, si esibisce come solista in Italia e all’estero, vince numerosi concorsi nazionali e internazionali, collabora con Istituzioni importanti quali l’Accademia Chigiana di Siena e l’Orchestra dell’Accademia Nazionale S. Cecilia. Nel 1983 vince il Primo Premio al Concorso Pianistico “Alfonso Rendano. Nel 1991 viene invitato all’inaugurazione del nuovo Auditorium di Atene con l’esecuzione del Concerto per due Pianoforti di W.A.Mozart. Negli anni successivi è protagonista nelle file del gruppo strumentale “Roma Musica Ensemble”, che vanta al suo attivo vari concerti e registrazioni di musica contemporanea.

Dal 1996 inizia la collaborazione con l’Orchestra di Kiev, con l’Orchestra Sinfonica di Perugia, entra a far parte del gruppo “I Solisti dell’Accademia Filarmonica Romana”,ensemble ideato e creato da Giuseppe Sinopoli,con il quale effettuerà diverse tournee in Italia e all’estero. E’stato invitato al Festival ”Settembre Musica”di Torino, dove ha eseguito “Ruckblick”di G.Kurtag in diretta su Rai – Radio Tre.

Nella stagione 2003–2004 è stato ’invitato dal Teatro San Carlo di Napoli a eseguire il Concerto in re minore di Bach. Nel2008 fonda con Carlo Tamponi(flauto) e Francesco Bossone(fagotto) il “Trio Hormus”in occasione del Centenario dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia. E’ inoltre assiduo frequentatore della musica pianistica di George Gershwin(Rhapsody in blue; Tre preludi;ImprovvisazionI; Concerto in fa), musicista al quale ha dedicato una composizione (Double) per piano e  Jazz band.

 

 

Alfredo Gasponi

nato a Soresina (Cremona)  nel1949, hacompiuto le sue prime esperienze musicali nelle band rock di Gubbio. Trasferitosi a Roma,  si è laureato in lettere moderne all’UniversitàLa Sapienzae si è diplomato in contrabbasso con Guido Battistelli  al Conservatorio  Santa  Cecilia, dove ha frequentato anche il corso di regia teatrale-musicale di Paolo Giuranna e il corso biennale di jazz di Giorgio Gaslini. Negli anni di studio in Conservatorio ha suonato come contrabbasso di fila aggiunto nell’Orchestra sinfonica della Rai di Roma sotto la direzione di  Carlo Maria Giulini, Lorin Maazel, Fernando Previtali, Riccardo Muti, e nell’Orchestra del Festival dei due Mondi di Spoleto sotto la direzione di Thomas Schippers. Dal 1972 al 1979 è stato segretario artistico e responsabile dell’ufficio stampa del Festival Sagra Musicale Umbra sotto la direzione artistica di Francesco Siciliani. Ha insegnato Storia ed estetica della musica nei Conservatori  di Matera, Pescara, Pesaro, Frosinone e, dal 2007 al 2015,  nel Conservatorio  Santa Cecilia. Dal  1974 al 2014 è stato critico musicale per la musica classica al quotidiano “Il Messaggero” di Roma, collaborando alle pagine degli spettacoli e a quelle culturali. Ha scritto il libro “Il suono dell’utopia – Piero Farulli dal Quartetto Italiano alla Scuola di musica di Fiesole” (Passigli, 2000) e, con Armando Trovajoli, “Trovajoli racconta”  (Rugginenti, 2014). Ha collaborato conla Raiper trasmissioni di argomento musicale, ha scritto articoli per riviste musicali  tra cui “Il giornale della musica” e Piano Time” e ha tenuto conferenze e partecipato a convegni e seminari perla Scuoladi Musica di Fiesole, l’UniversitàLa Sapienzadi Roma, il dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università di Pavia.  Nel1990 haricevuto il Premio Internazionale d’arte e cultura “Omaggio a Cilea” del Centro Teatro Studio “Lorenzo Calogero” di Reggio Calabria per la critica musicale.

Work Categories