Il vero suono della musica

Gubbio e il suo Festival ancora una volta protagonisti

È appena iniziata l’ultima settimana dell’importante rassegna musicale Gubbio Summer Festival che, come sempre, ha continuato a mietere un successo dopo l’altro: lunedì 29 luglio, presso la chiesa di S. Giovanni, si è esibito il coro di St. Mary’s Church di Nottingham, considerato fra i migliori del Nottinghamshire, il quale ha dato prova di una grande versatilità, proponendo infatti esibizioni appartenenti ad un repertorio molto vasto. Martedì 30 invece, pressola Sala del refettorio del complesso S. Pietro, sono stati i maestri F. Cusano (violino) e D. Cusano (pianoforte) a dar vita ad un’incantevole serata: proprio come enunciava il titolo del programma “Le corde dell’anima: il violino romantico”, i due musicisti di fama internazionale hanno intrattenuto il pubblico presente con un programma che affrontava Mozart, Godard (con la sua Canzonetta che è una vera e propria perla di grazia e leziosità), per poi passare a De Falla e Grieg, la cui Sonata n° 2 si distingue per il forte slancio passionale e malinconico. Il tris di appuntamenti per questo inizio settimana si è concluso con il concerto di mercoledì 31, presso l’abbazia di Scheggia-Pascelupo: è stato il violoncello, questa volta, a fare da protagonista, nelle mani di un fantastico esecutore come G. Gnocchi che, proponendo la famosissima Suite n°1 per violoncello solo di Bach, ha dato prova di una tecnica impressionante e di una consapevolezza virtuosistica non indifferente e, con la Sonatan° 8 di Kodaly, ha dimostrato magistralmente che agilità e sentimento possono fondersi in un unico “respiro” sonoro. Gli appuntamenti di questo splendido festival proseguono ogni sera fino al 6 agosto e non possiamo che aspettarci altre magnifiche sorprese.

Addetta stampa – Eleonora Cosci

Categorie