Stiamo vivendo in una vera e propria rivoluzione della canapa, e la parte dei prodotti riguardanti la canapa sono proprio diversi tipi di concentrati, come cristalli o cera. Con l’aumento nella popolarità di concentrati, ovviamente sempre più persone stanno innovando qualche loro variante e aggiungendo qualcosa in questo mondo. Una delle innovazioni più interessanti è sicuramente la resina CBD – estratta dalla pianta di canapa mentre è ancora viva.

Cos’è la resina CBD?

La resina è l’estratto dalla pianta della canapa ancora viva. Sono prodotti da piante che non sono state tagliate, essiccate, o trattate in qualche altro modo letale per la pianta. La pianta della canapa sopravvive un paio d’ore dopo essere stata tagliata dalle proprie radici, ma muore una volta essiccata dopo la raccolta. Essendo un derivato dalla pianta fresca, viva, la resina contiene un alta concentrazione di terpeni, i quali prevengono il potente aroma della pianta. Tradizionalmente le estrazioni dalle piante secche perdono fino al 95% dei propri terpeni prima di entrare nel processo di estrazione – il che significa che il profumo originale della canapa non è lo stesso degli estratti finali. La resina mantiene cosi concentrazioni molto più altre paragonata ad altri tipi di estrazione. Questi terpeni sono importanti, siccome offrono un effetto benefico tutto loro, e danno al estratto un aroma caratteristico.

Che aspetto ha la resina CBD?

Questi concentrati sono molto simili agli altri concentrati della canapa –  la differenza sta nel aroma e nel profilo chimico. Hanno spesso un colore dorato, il quale è il risultato dei pigmenti della pianta fresca prima del ossidazione. La resina solitamente ha una densità maggiore, con la sua tipica consistenza cerata. Una delle principali differenza tra gli estratti di resina e gli altri concentrati sta nel come cambiano nel tempo. Mentre la cera mantiene il colore e la consistenza nel tempo, la resina può evolversi con il tempo. Iniziando con una consistenza sapida, diventando nebbioso, e eventualmente ottenendo una consistenza granulare. Questo cambiamento succede per via dei terpeni che evaporando rompono la stabilità chimica della resina. Potete pero usare la resina in tutti i suoi stadi, anche se viene considerata migliore quando è ancora fresca.

Gli estratti di resina dalla canapa

L’interesse originale nelle estrazioni della resina viene dalle estrazioni dalla marijuana, ottenendo cosi potenti concentrazioni di THC. Anni dopo si è evoluta anche l’estrazione dalle piante di canapa, ottenendo cosi un concentrato CBD. Entrambe le piante producono terpeni, e questi terpeni hanno molto di più da offrire del solo gusto – tanti tra di loro hanno anche effetti terapeutici. Siccome è un metodo piuttosto nuovo non sono ancora evolute tanti metodi diversi, ma sicuramente possiamo aspettarci grandi cose nel futuro.

Quali sono i vantaggi di queste estrazioni?

  1. Gli estratti di resina sono particolarmente ricchi in terpeni paragonati agli altri estratti e contengono fino al 90% della concentrazione della pianta stessa.
  2. Possono avere una concentrazione più alta di CBD e THC.
  3. La resina è impossibile da estrarre da piante malconce, il che garantisce la qualità del prodotto.